CON DANTE NEL FUMETTO! DA TOPOLINO A GEPPO A GO NAGAI

Dal 26 Apr 2021 al 16 Mag 2021

Galleria Civica

Da lunedì 26 aprile a domenica 16 maggio 2021
Mostra "CON DANTE NEL FUMETTO! DA TOPOLINO A GEPPO A GO NAGAI"
Monza – Galleria Civica, via Camperio 1

 

La mostra “Con Dante nel Fumetto! Da Topolino a Geppo a Go Nagai”, allestita presso la Galleria Civica di Monza, è un viaggio che spazia dalle antiche illustrazioni della Divina Commedia alle sue contemporanee rappresentazioni fumettistiche che adattano le opere di Dante Alighieri, ne mettono in scena una gustosa parodia, ne citano i versi immortali o si soffermano sulla sua vita.

Il fumetto è spesso rivolto ad un pubblico più giovane, e non sorprende quindi che si possano trovare divertenti e bonarie prese in giro di uno dei massimi capolavori della letteratura italiana, capaci però di invogliare qualche lettore, dopo aver letto l’omaggio, a passare anche all’originale.
 

L’esempio più noto è sicuramente “ L’Inferno di Topolino”, una storia Disney disegnata da Angelo Bioletto e scritta da Guido Martina in perfette e “aggiornate” rime dantesche, pubblicata nel 1950. E’ stata la capostipite di un filone di parodie di classici della letteratura, film e fumetti che arriva fino ai giorni nostri, ed è una dei Classici più amati, ricordati e ristampati. In mostra è presente una rarissima tavola originale.
 

 

Paperino è invece protagonista assoluto de “L'Inferno di Paperino”, scritto da Massimo Marconi e dipinto da Giulio Chierchini, in mostra con una tavola originale.

“Fatti non foste a legger comics bruti, ma per seguir storielle di valenza” recita il Dante di Marcello Toninelli sulle pagine di Off-Side nel 1969, in una versione a strisce della Commedia che, alla chiusura della rivista, verrà ripresa su Undercomics e poi su Il Giornalino, pubblicando tutte e tre le cantiche nella versione più completa mai realizzata.

E tra i tanti omaggi all’Inferno non poteva mancarne uno con protagonista il diavolo buono Geppo, nella storia “Inferno 2000” di cui saranno esposti alcuni originali firmati da Sandro Dossi.


Lo sfortunato e comicissimo ladro Cattivik ha invece passato in rassegna tutte e tre le cantiche, in una spassosa trilogia firmata dallo sceneggiatore Moreno Burattini e dal disegnatore Giorgio Sommacal, in mostra con una selezione di tavole originali.

Una divertente rilettura moderna del capolavoro dantesco è anche “La Commedia Diabolica” di Renzo Maggi, con alcune tavole originali.

In un filone più avventuroso, si possono ricordare gli omaggi danteschi di Nathan Never, Martin Mystère, Dampyr e Lazarus Ledd, in cui i versi del Sommo Poeta fanno da controcanto alle vicende dei protagonisti, che siano finiti a causa di un maleficio all’Inferno, come Dampyr, o rivivano il suo viaggio, come il detective del futuro Nathan Never.
 

Il maestro del fumetto giapponese Go Nagai ha invece adattato a fumetti tutta la Divina Commedia, ispirandosi alle illustrazioni più antiche.

Parte della mostra è destinata a chi ha raccontato il poeta e la sua vita, dal Corriere dei Piccoli al volume dedicato al suo rapporto con Beatrice, intitolato “Dante Alighieri. Amor mi mosse” di Alessio D’Uva, Filippo Rossi e Astrid, in mostra con una selezione di tavole originali.

In anteprima anche alcune pagine della nuova trilogia pubblicata dalla casa editrice Kleiner Flug su tre grandi temi del Sommo Poeta: l’amicizia, la politica e l’esilio, in uscita nel 2021.

Un cammino curioso e appassionante in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

 

In collaborazione con
Fondazione Franco Fossati
WOW Spazio Fumetto

A cura di
Luigi F. Bona
Luca Bertuzzi
Alberto Brambilla

 

dal 26 aprile 2021
Piazza Trento e Trieste diventa
"Selva oscura"

 

 

Come dei novelli Dante, accompagnati da Virgilio, coloro che attraverseranno piazza Trento e Trieste si potranno addentrare nella «Selva Oscura». Saranno posizionati trenta pannelli con una selezione delle immagini della mostra «Con Dante nel fumetto! Da Topolino a Geppo a Go Nagai» e alcune delle terzine più conosciute della Divina Commedia.